Esce nelle librerie

Io lo definisco il mio “sbarco sulla luna”…

Ma spesso chi legge un libro non sa quanto lavoro c’è dietro.

Chi legge un libro pensa all’autore, o al massimo all’editore.

Non è così. O meglio, non è “soltanto” così.

È come per Armstrong … è stato lui a poggiare il piede sul suolo lunare ma perché egli abbia potuto fare quel piccolo passo c’è voluto lo sforzo e il concorso di molte altre persone, spesso rimaste nell’ombra… 
E allora oggi vorrei ringraziare pubblicamente tutti coloro, e sono stati tanti, che hanno reso possibile passo dopo passo la realizzazione di questo piccolo grande sogno…

copertina con cullaUn grazie a : 
Graziano Di Benedetto, perché quando ormai non credevo più assolutamente in me stesso ha saputo ridarmi fiducia e coraggio; mia moglie Dani, per la pazienza dimostrata nei miei momenti bui
; Marco D’Angelo, perché quando la prima stesura del libro si arenò a metà, seppe darmi i suggerimenti giusti per poterlo riprendere e continuare; Valter Fumero per la sua collaborazione: è stato lui a tradurre le parti in tedesco; 
M., che ne corresse le prime bozze; C., che mi abbracciò dopo averlo letto, dandomi la sensazione meravigliosa di essere diventato davvero uno scrittore…
; AL, temo ormai perduta per sempre: il libro, spedito al suo indirizzo vent’anni dopo, mi è tornato indietro per destinatario sconosciuto; 
Mnamon, che pubblicò la prima versione del libro in e-book; Monica Pasero, grazie alla quale pubblicai la prima versione cartacea del libro, con Monica ho più di un debito, in realtà, ma poi la vita è strana: avvicina e poi allontana le persone come fossero foglie al vento; Enzo Medico che mi è sempre stato accanto sin dai primissimi racconti scritti al liceo… è stato lui a raccontarmi di Boston e a descrivermi quella città; Rossana Lamberti che mi diede la possibilità di parlarne agli studenti della sua scuola
; Patrizia Cervone, che ha curato con attenzione ogni stesura dei miei libri; Marika Lopa per la sua sensibilità verso le tematiche dei miei racconti; Leone editore, che ha insistito perché diventassi un loro autore.

Ringrazio inoltre tutti coloro che hanno lavorato al libro: il grafico che ha creato la copertina e i curatori delle correzioni al testo, in particolare Chiara Baroni, che per mesi ha scambiato con me pazienti mail di confronto sulle correzioni da apportare.

Infine ringrazio la dea della vita, per avermi mostrato la strada su cui continuare a camminare…

A molti altri devo qualcosa. E’ difficile dire a chi si deve la propria gratitudine.

 A tutti, grazie.

Pino De Renzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *