Un giorno di felicità – Presentazione a Torino

copertina del librosabato 29 ottobre – ore 17

Libreria Belgravia

Via Vicoforte 14/d – Torino

Presentazione dell’antologia di racconti brevi a tema “un giorno di felicità”, 
Lamusa editore.

Sarà una serata bellissima, all’insegna della medicina e della letteratura. 
Thomas Mann: “Non oggi medico e domani scrittore, ma questo in quello e l’uno insieme con l’altro, e bisogna sottolineare ciò, perché a parer mio è di grandissima importanza. Medicina e letteratura s’illuminano vantaggiosamente a vicenda.”

L’ A.M.S.I. (Associazione Medici Scrittori Italiani), gloriosa associazione nata nel 1951, si presenta con l’antologia scritta da un gruppo di soci eterogenei, tutti medici e scrittori italiani, che portano la loro parola e il loro saluto.

Dalla prefazione di Patrizia Valpiani, Presidente A.M.S.I, che presiederà l’incontro insieme al curatore Gianfranco Brini: “Ridere o sorridere o commuoversi è cosa importante, è cosa seria, è terapeutico. Fugare le inquietudini in attimi di distrazione è nostro intento. Dedichiamo la nostra antologia a chi conosce il dolore.”

 

Nota personale

Sono socio dell’AMSI da qualche anno. Ho scoperto che sono molti i medici che scrivono. E’ una cosa risaputa, ma su cui si è sempre indagato poco. Quindi, per me che sono medico e che mi sento scrittore, divenire socio di questa prestigiosa associazione è stato un atto importante.

Molti sono stati finora gli eventi culturali organizzati dall’AMSI a cui ho partecipato e assistito. Ho conosciuto così figure umane di una grazia e di una consapevolezza che mi hanno colpito profondamente. Se qualcuno oggi mi chiedesse: ma lei si sente più medico o più scrittore? Io direi semplicemente che sono due aspetti che si compenetrano. Chi scrive conosce il dolore degli uomini, i medici anche. Dunque è forse questo il legame che lega noi medici agli scrittori.

Nell’antologia è inserito il mio racconto “La visione”.

Pino De Renzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *